lunedì 18 marzo 2013

Uova di quaglia con capperi impepati

uova di quaglia con capperi impepati
Della serie "le ricette nascono per caso" ecco che vi propongo un finger food veloce, sfizioso e scenografico. Un giorno come tanti, cenetta tra amici, ho pensato a tutto questa volta anche al pane che solitamente, sbagliando, non lo considero come parte della cena! Che poi non è una mancanza di rispetto nei confronti del pane, che adoro, mi dimentico proprio di comprarlo, sempre! Questa volta non ho considerato come parte della cena, l'antipasto...quindi corro al supermercato più vicino.
In questo giorno come tanti, però, ho l'ispirazione in vacanza e mi aggiro tipo sonnambulo per il supermercato, a proposito prima o poi dedicherò un post ai supermercati e ai suoi frequentatori...un piccolo mondo veramente divertente!
Trascorsi venti minuti durante i quali ho acquistato solo carta igienica e pasticche per la lavastoviglie che, notoriamente non  sono molto utili a comporre una ricetta, mi sforzo di partorire qualcosa di sfizioso (perché ho a cena degli amici ai quali voglio bene), veloce (sono già le sei del pomeriggio!) e scenografico ma...encefalogramma piatto!!
Ok! E' il momento di darsi una mossa e svegliarsi dal torpore! Decido di seguire una signora per vedere cosa acquisterà...pane, prosciutto cotto, mortadella tagliata sottile, ricotta, uova....uova?! uhmmm....quelle si che possono diventare scenografiche. E se fossero ancora più piccole?? Si! ne prendo una confezione e la metto a fare compagnia alle pastiglie, bene! Ormai ho rotto il ghiaccio, abbandono la signora alla sua spesa e sento una voce dietro di me "signore, gradisce delle olive?" mi volto, sorrido ringraziando e nel suo banco li vedo...sono loro, con il gambo ancora attaccato, i capperi!!!! yes!! Li prendo e corro in cassa senza avere idea di come combinarli! In macchina decido che le uova saranno l'unica cosa dell'antipasto che cucinerò. Dal momento che ho poco tempo, dovendo preparare un primo ed un secondo decisamente più impegnativi, mi convinco che farle sode è la cosa migliore e inizio ad immaginarmi la presentazione...sicuramente tagliate a metà, sicuramente ci metterò il cappero sopra però potrei mischiarlo con poco tonno, svuotare la metà dell'uovo, mischiare il tutto con il tuorlo e riempirlo nuovamente uhmmm....(prima o poi lo proverò anche così e vi farò sapere), no questa soluzione mi porta via troppo tempo. Nel frattempo arrivo a casa metto l'H2o a bollire, cuocio le uova, le sguscio, le taglio e le appoggio sui cucchiaini che vedete in foto e con fare pensieroso prendo i miei fantastici capperi, li provo prima interi con il gambo (carini da vedere ma scomodi da mangiare) tolgo il gambo e li taglio a metà...proviamo, mi piace! ora mi serve qualcosa che dia un po' di colore, un po' di croccantezza e che esalti il mio superfantastico olio denocciolato Igante (ne parleremo in futuro)! Avverto un richiamo dalla mia bacheca delle spezie, realizzata con una vecchia cassetta della frutta, è lui che mi sta chiamando sensuale e piccante...il pepe rosa, lo apro, annuso e lo pesto nel mortaio, voilà abbracciato al mio superolio lo metto sopra ed ho finito la composizione!    
le mie spezie
 Rileggendo sopra mi rendo conto di non aver descritto la ricetta in modo prettamente canonico e professionale però signori, tutto sommato neanche mi dispiace, in fondo io non sono un professionista della cucina e men che mai canonico, sono soltanto un piccolochef!

1 commento:

Cristina V ha detto...

Ma che carine queste uova! Proverò a farle ;)